Foursquare per la Pubblica Amministrazione: la Brand Page

Scritto da il 17 ottobre 2013 Stampa


turista“Le genti del bel paese là dove ‘l sì suona”. Credo che l’Italia meriti ancora la straordinaria espressione con cui Dante Alighieri, nel XXXIII canto dell’Inferno della sua Commedia, definiva i nostri connazionali.

Ecco perché mi ritrovo oggi a riflettere su una significativa carenza dell’Italia e della nostra Pubblica Amministrazione in generale: credo che Foursquare sia ancora del tutto o quasi un terreno inesplorato e che invece potrebbe rappresentare un fondamentale volano per la comunicazione e per un giusto mix di social media marketing della nostra PA. L’Italia, infatti, vanta pochi casi; di alcuni di essi abbiamo già parlato su questo Osservatorio, anche se un po’ di tempo fa, ovvero della città di Ferrara e della Regione Toscana.

La comunicazione online è sempre più alla portata di tutti anche grazie alla capillare diffusione degli smartphone, con cui l’utente vive un rapporto sempre più “intimo” (viviamo perennemente con il nostro telefonino in tasca, nella borsetta… in mano!!). L’Amministrazione Pubblica non può ignorare questo fatto, ma anzi dovrebbe adoperarsi per avvicinarsi sempre di più e in ogni modo possibile alla cittadinanza, offrendo servizi anche sul web attraverso una comunicazione efficace.

Ad oggi, i diversi strumenti online potrebbero far sì che le persone percepiscano come più vicina la casa comunale e le sue iniziative. Ovviamente il discorso si estende dalla Pubblica Amministrazione alla promozione del Territorio di riferimento. I Comuni delle singole città e dei paesi di provincia possono sfruttare Foursquare in un’ottica di mix di social media marketing (incrociando la pagina Foursquare con Twitter o Facebook, ad esempio), per promuovere il turismo locale. Creare una Brand Page sulla propria città potrebbe essere un modo per diffondere la cultura, entrare meglio in contatto e in sintonia con la popolazione locale e non, fare in modo che il turista scopra la realtà che lo circonda.

Attraverso la Brand Page della propria città, la Pubblica Amministrazione potrà caratterizzare i propri luoghi, insistere sulle bellezze locali facendo un marketing ispirato al localismo e ai suoi valori autentici, esprimere la propria “personalità” e la propria filosofia associandola a sé anche attraverso i tip pubblicati sul luogo stesso…

Ma come si può declinare la personalità di un certo posto? Creando una Brand Page, un Comune può pubblicare foto e diffondere storia, percorsi storici e culturali, raccontare le proprie origini attraverso un itinerario enogastronomico in cui illustrare le particolarità locali, l’arte del posto, gli eventi e le serate a tema, far conoscere i locali e la vita notturna… Insomma, le cose da fare e da visitare! E’ una buona idea comporre tip anche in inglese, in modo da comunicare direttamente ai tanti turisti stranieri che, al contrario di molti italiani, l’inglese lo parlano bene e sono probabilmente più abituati a usare tool come Foursquare.

Il contenuto creato dalle Brand Page viene visualizzato sulla Brand Page stessa, sia nell’app che su website, nel feed delle persone che hanno deciso di seguire la Brand Page (esattamente come avviene su Facebook), quando le persone fanno check-in nel luogo su cui è stato inserito il tip o nelle sue immediate vicinanze.

A differenza delle venue, le Brand Page possono anche fare check-in nei posti. Ovviamente, al fine di creare un’immagine e una personalità del luogo univoche, sarà bene fare check-in che hanno senso… Ad esempio, registrarsi ad un evento pubblico (una fiera o un evento locale), a una premiazione dove si è sponsor/patrocinanti, e così via.

Cos’altro può strategicamente fare un Comune nella propria Brand Page? Può organizzare i luoghi in liste (ad esempio per argomento: cibo, arte, vita notturna e così via), suggerendo cosa fare e cosa visitare. In questo caso le liste possono essere paragonate a una sorta di guida tascabile, che le persone possono seguire per poi ritrovarsi sullo smartphone, e quindi in tasca!

Insomma, il nostro è sì il Bel Paese, ma dobbiamo essere NOI i primi a vederlo e considerarlo come tale, conoscendo e sfruttando nella giusta maniera gli strumenti a nostra disposizione – ad esempio Foursquare, che è pure gratuito! Cominciamo a fare le cose in maniera alternativa e diversa dal solito, diffondendo la nostra cultura locale e promuovendo il turismo, una delle grandi risorse economiche del nostro Paese, in maniera diversa, virale e più vicina al vero utente finale!

Foto di Marco Izzo

In Italia Scenari , , ,

Post correlati

2 commenti

  1. Foursquare è una smart per la city | vitocola.it, 23 ottobre 2013 Rispondi

    […] che Foursquare sia ancora inesplorato? Forse si e Natalia D’angelis riflette su un rapporto possibile tra Fourquare e la Pubblica Amministrazione; ovvero sul fatto che la PA […]

    • Natalìa, 23 ottobre 2013 Rispondi

      Credo che la Basilicata meriti un check-in per ogni metro quadro!!
      Grazie per aver citato l’articolo nel tuo blog!!


Lascia un commento

About

L’Osservatorio Foursquare Italia è un sito dove troverai informazioni, novità, approfondimenti, nuovi utilizzi – tutto sulla geolocalizzazione e in particolare su Foursquare.

Questo sito è interamente in italiano e si rivolge a tutti i curiosi e agli appassionati di Foursquare ma anche a chi fa marketing, alle pubbliche amministrazioni, alle aziende piccole o grandi che vogliono imparare e sperimentare qualcosa di nuovo, divertente ed efficace.

Per saperne di più su questo sito...

Disclaimer

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia
Licenza Creative Commons

Chiunque è libero di prendere spunto dai nostri post, ma è pregato di mettere ben in evidenza la fonte e l'autore del post originario. Grazie.

Foursquare Italia non è affiliato a Foursquare Labs, Inc.

Twitter Updates