Intervista a Carmine Gallo, autore di “The power of Foursquare”

Scritto da il 8 novembre 2011 Stampa


Da qualche settimana è uscito “The power of Foursquare“, forse il libro attualmente più strutturato e approfondito sul geo-social network di Crowley e Selvadurai.

L’autore è l’americano dal nome italiano Carmine Gallo. Nel suo libro, Carmine individua ciò che sta alla base del successo di Foursquare e spiega come imprenditori, piccole aziende e brand possono adottarlo, anche grazie a una lunga serie di casi di studio reali e di suggerimenti.

Se volete un bell’assaggio, vi consiglio la presentazione che Gallo ha pubblicato su Slideshare circa tre settimane fa. Di certo vi farà venire voglia di comprare il libro!

A me ha fatto venire voglia di fare qualche domanda direttamente all’autore. Carmine è stato gentilissimo a rispondermi; ecco la sua intervista. Più sotto, la trovate tradotta in italiano.

Francesca: Hi Carmine, thanks for your time. Could you tell us who you are and what do you do?

Carmine: I’m a communications coach. I work with top executives to help them create more effective messages and presentations. I also write books on the topic of business, leadership, and communications.

F: Why did you decide to write a book on Foursquare?

C: I didn’t want to write a “social media book.” But I do like to write about innovative businesses who are creatively transforming themselves in the digital era. What attracted me to Foursquare were the stories of business reinvention that I discovered all over the world.

F: What’s the “Power of Foursquare” you mention in your book?

C: Foursquare is a mobile, social media that makes your world a more interesting place. It informs, illuminates and inspires. It helps businesses attract, reward, and engage customers in ways that were never possible. Any business can instantly create specials and marketing programs to engage smartphone users.

F: How did you find the stories you show us? I confess I didn’t know many of them…

C: Many of the brand stories I mention are American companies. However, I use these case studies simply as examples of all the creative things you can do with Foursquare. Whether it’s a restaurant in America or Italy or a college campus in America or Italy, the location doesn’t matter. Anyone can use Foursquare creatively.

For example, Tuscany is the first Italian region to “check in” on Foursquare. Visit Tuscany is the first Italian tourism board to have a branded presence on Foursquare. That means the board’s social media team is loading Foursquare with tips and information to help travelers discover the best of Tuscany’s places, food and art.

F: Many of the cases you talk about concern shops, restaurants, bars and stores that have decided to use Foursquare and to do something alone. Where is the business for communication agencies?

C: Visit Tuscany is a perfect example of an organization that is not a traditional restaurant or shop, but it is using Foursquare as a tool to extend its brand with smartphone users. I think that Foursquare is an obvious fit for any business that has a physical location because you can create specials to get people through the door. Communication agencies might want to use Foursquare to offer tips and information when people “check in” to certain locations. For an example, please see my branded Foursquare page.

F: In italy there are a lot of resistance from companies and consulting firms, because the number of Foursquare users is rather low. What would you say to those who are doubtful?

C: It’s free and takes a few minutes to set up. While it’s true that the number of users in Italy is lower than in the United States, location based services like Foursquare aren’t going away. They continue to grow every day, in every city, everywhere in the world. It’s better to be an early adopter than a late-comer!

F: What do you think about the future of Foursquare? 

C: People are getting more comfortable with the idea of sharing their location with friends. In the U.S, 40 percent of teenagers use location based services (I don’t know what the statistic is in Italy). Foursquare gets smarter with every checkin, as well. So I think the combination will lead to more robust growth in the years ahead.

F: And what about the future of geolocal services?

C: Again, people are becoming much more comfortable with smartphones that know your location and push relevant content to you based on that location. Geolocation services will only grow and there might be other tools out there that might be appropriate for your business. I think Foursquare is a free and easy way to get started in mobile marketing.

_____________________________

[traduzione in italiano]

Francesca: Ciao Carmine, grazie per la tua disponibilità. Puoi raccontarci chi sei e cosa fai?

Carmine: Sono un “coach” della comunicazione. Lavoro con i dirigenti per aiutarli a creare messaggi e presentazioni più efficaci. Scrivo anche dei libri sui temi del business, della leadership e della comunicazione.

F: Perché hai deciso di scrivere un libro su Foursquare?

C: Non volevo scrivere un libro sui social media. Ma mi piace scrivere di imprese innovative che, durante quest’era digitale, si stanno trasformando in modo creativo. Quello che mi ha intrigato di Foursquare sono le storie di reinvenzione del business che ho scoperto in tutto il mondo.

F: Qual è il “potere di Foursquare” di cui parli nel libro?

C: Foursquare è un mobile social media in grado di rendere il tuo mondo un posto più interessante. Foursquare informa, illumina e ispira. Aiuta le imprese ad attrarre, a premiare, a coinvolgere i clienti in modi che, prima, non erano possibili. Ogni azienda può creare istantaneamente offerte speciali e iniziative di marketing per coinvolgere gli utenti smartphone.

F: Come hai scoperto le storie che ci racconti? Confesso che molte non le conoscevo…

C: Molte delle storie che cito sono di aziende americane. Comunque, io uso questi casi di studio solo come alcuni esempi di tutte le iniziative creative si possono realizzare tramite Foursquare. Che si tratti di un ristorante in America o in Italia, di un’università americana o italiana, il luogo geografico non importa. Chiunque può utilizzare Foursquare in modo creativo.

Per esempio, la Toscana è la prima regione italiana ad aver fatto “check-in” su Foursquare. Visit Tuscany è il primo ente turistico italiano ad essere presente come brand su Foursquare. Ciò significa che il team dell’ente dedicato ai social media sta pubblicando, su Foursquare, tip e informazioni per aiutare i turisti a scoprire il meglio della Toscana – i luoghi, il cibo e l’arte.

F: Molti dei casi parli riguardano negozi, ristoranti, bar che hanno deciso di utilizzare Foursquare e di farci qualcosa autonomamente. Dov’è il business per agenzie di comunicazione?

C: Visit Tuscany è un perfetto esempio di un’organizzazione che non è un ristorante o un negozio tradizionale, ma che sta usando Foursquare come strumento per far conoscere il proprio marchio agli utenti smartphone. Penso che Foursquare sia ovviamente adatto per qualsiasi brand che abbia punti vendita sul territorio, perché può creare offerte speciali per aumentare il “foot traffic” e portare persone fisicamente dentro il negozio. Le agenzie di comunicazione potrebbero usare Foursquare per offrire consigli e informazioni su certi luoghi dove le persone fanno check-in. Per un esempio, potete vedere la mia pagina brand su Foursquare.

F: In Italia ci sono molte resistenze da parte di aziende e società di consulenza, perché il numero di utenti Foursquare è piuttosto bassa. Cosa diresti a chi è ancora dubbioso?

C: Direi che Foursquare è gratuito e richiede pochi minuti per essere configurato. Anche se è vero che il numero di utenti in Italia è più basso che negli Stati Uniti, i servizi basati sulla geolocalizzazione come Foursquare non spariranno. Continuano a crescere ogni giorno, in ogni città, in tutto il mondo. E’ meglio essere uno dei primi utilizzatori piuttosto che un ritardatario!

F: Cosa pensi riguardo al futuro di Foursquare?

C: Le persone sono sempre più a loro agio con l’idea di condividere la loro posizione con gli amici. Negli Stati Uniti il 40% degli adolescenti utilizzano gli LBS (Location Based Services) – non so quali siano le statistiche in Italia. Ogni check-in rende Foursquare più intelligente. Penso che questa combinazione porterà a una crescita più robusta negli anni a venire.

F: E per quanto riguarda il futuro dei servizi geolocal?

C: Anche in questo caso, le persone stanno acquisendo una sempre maggiore dimestichezza con gli smartphone che, tramite il GPS, riconoscono la nostra posizione e che evidenziano contenuti rilevanti per noi proprio sulla base di quella posizione. Servizi legati alla geolocalizzazione non faranno altro che crescere; forse esistono già altri strumenti che potrebbero essere appropriati per il vostro business. Credo che Foursquare sia un modo gratuito e facile per iniziare a fare qualcosa nel mobile marketing.

L'ABC , ,

Post correlati

6 commenti

  1. Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursquare" | Social Media Mkt | Scoop.it, 8 novembre 2011 Rispondi

    […] Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursquare" Nel suo libro, Carmine Gallo spiega cosa sta alla base del successo di Foursquare e come imprenditori, piccole aziende e brand possono adottarlo… Source: http://www.foursquareitalia.org […]

  2. Lisa G, 8 novembre 2011 Rispondi

    Bell’intervista, Fra

    gallo è Un portents negli Stati Uniti. Metti a posto il link alla sua pagina-Brand che la voglio vedere!

    -Lisa

  3. Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursquare" | I love Foursquare | Scoop.it, 9 novembre 2011 Rispondi

    […] Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursquare" Nel suo libro, Carmine Gallo spiega cosa sta alla base del successo di Foursquare e come imprenditori, piccole aziende e brand possono adottarlo (Intervista a Carmine Gallo, autore di “The power of Foursquare”: Da qualche settimana è… Source: http://www.foursquareitalia.org […]

  4. Foursquare Blog on: Antonio Ficai: Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursquare" | Microsoft Courier gadgets, skins, cases, etc., 9 novembre 2011 Rispondi

    […] More: Foursquare Blog on: Antonio Ficai: Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursqua… […]

  5. Foursquare: tutte le novità sotto l'albero, 29 dicembre 2011 Rispondi

    […] budget per realizzare iniziative di successo. A volte basta una piccola, semplice idea, proprio come ci ha raccontato Carmine Gallo nell’intervista che ci ha concesso. Proprio perché a costo zero per l’ente promotore, […]


Lascia un commento

About

L’Osservatorio Foursquare Italia è un sito dove troverai informazioni, novità, approfondimenti, nuovi utilizzi – tutto sulla geolocalizzazione e in particolare su Foursquare.

Questo sito è interamente in italiano e si rivolge a tutti i curiosi e agli appassionati di Foursquare ma anche a chi fa marketing, alle pubbliche amministrazioni, alle aziende piccole o grandi che vogliono imparare e sperimentare qualcosa di nuovo, divertente ed efficace.

Per saperne di più su questo sito...

Disclaimer

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia
Licenza Creative Commons

Chiunque è libero di prendere spunto dai nostri post, ma è pregato di mettere ben in evidenza la fonte e l'autore del post originario. Grazie.

Foursquare Italia non è affiliato a Foursquare Labs, Inc.

Twitter Updates