Innovazione Made in Italy: prenota il tuo ristorante con MyTable

Scritto da il 29 giugno 2011 Stampa


Abbiamo contattato Mattia Carluccio per farci raccontare i dettagli di un’interessante avventura tutta italiana che è riuscita perfino a interessare un colosso come Groupon.

Pietro: Ciao Mattia, vuoi presentarti ai lettori di Foursquare Italia?

Mattia: Ciao Foursquare Italia, sono Mattia Carluccio, founder e CEO di mytable.it, il primo sito tutto italiano di prenotazione ristoranti in tempo reale.

P: Ci spieghi un po’ come funziona MyTable e quali sono i vantaggi per gli utenti che abbracciano il servizio?

M: Su mytable.it indicando giorno, ora e numero di persone si ottiene un elenco completo dei ristoranti che hanno posto effettivamente disponibile; un paio di click, la prenotazione verrà completata e il tavolo risulterà occupato senza bisogno di un’ulteriore conferma da parte del ristorante.

La prenotazione è completamente gratuita e disponibile h24 (anche quando i ristoranti sono chiusi!!); amplissimo il ventaglio di parametri con cui cercare un ristorante tipico o un’esperienza originale; mytable.it è la sintesi tra la comodità e ricchezza di informazioni del web e l’immediatezza e sicurezza del telefono. E poi ci sono le offerte esclusive e le cene gratis [ndr: lasciamo a voi cari lettori il piacere di scoprirle].

P: Come è nata l’idea?

M: L’idea è nata più di tre anni fa su un treno Roma–Torino dove, rallegrandomi per aver acquistato quel “posto” sul treno direttamente su internet, mi sono reso conto che quell’azione era possibile anche per hotel, aerei, viaggi e cinema, ma incredibilmente non per i ristoranti (mia grande passione). Ho deciso allora di sanare questa grave ingiustizia e dopo 2 anni (il 19 maggio) abbiamo debuttato online!

P: Uno dei traini dell’adozione delle applicazioni geo-local come Foursquare è sicuramente la possibilità di scoprire ristoranti e locali che si trovano vicino a te grazie anche alle recensioni degli altri utenti. La possibilità di prenotare direttamente potrebbe essere un’ulteriore comodità. Potreste inserirvi in questa tendenza? Magari con un’applicazione che sfrutti direttamente le API di Foursquare o con una partnership.

M: Il mobile, soprattutto in riferimento alla geolocalizzazione, è un settore che ci interessa moltissimo; riteniamo, infatti, che a tendere i flussi di prenotazione più consistenti arriveranno proprio dai dispositivi mobili ed è per questo che abbiamo già sviluppato l’applicazione nativa per iPhone (sono già oltre 5.000 i download).

Vorremmo però che le nostre applicazioni mobili permettessero l’esperienza completa di mytable.it senza limitazioni, e per questo stiamo lavorando allo sviluppo di versioni più complete e trasversali.

L’idea di integrare la nostra prenotazione in altre applicazioni di successo ci piace molto, così come quella di integrare la nostra con risorse importanti di altri; è infatti in cantiere lo sviluppo di una app che grazie alle API di Foursquare permetta di individuare le offerte e i ristoranti di MyTable vicino a dove ci si trova…

P: Invece è arrivato l’importante accordo siglato recentemente con Groupon, che dovrebbe facilitare la gestione dei deal agli utenti grouponiani. Sicuramente questo accordo assicura la visibilità di MyTable a un pubblico molto ampio. Quanto è importante questo evento per voi? Ha cambiato le vostre ambizioni o era una tappa prevista nel vostro percorso di crescita?

M: Che il leader mondiale dell’e-commerce geolocalizzato manifestasse un interesse nella nostra piattaforma non era esattamente una tappa prevista! Ma eravamo già molto ambiziosi prima, non tanto perché siamo un gruppo di presuntuosi imprudenti (forse solo un po’), ma perché abbiamo realizzato un prodotto solido con una cura maniacale per i dettagli e siamo entrati in un mercato praticamente vergine con un altissimo potenziale (lo si può notare anche dalle numerose “copie” che nascono ogni giorno). Certamente Groupon alza il livello di servizio in modo consistente e una volta di più impone le tendenze per il suo mercato e MyTable – come dicevi tu – ne guadagna in visibilità, autorevolezza ma soprattutto in un grande bacino di utenti che verrà abituato più in fretta a prenotare online i ristoranti: in due parole, l’alleanza perfetta.

P: Nel tuo profilo su Linkedin ti definisci un Visionary Entrepreneur. Come credi che si evolveranno le Location Based Application e il web? E di conseguenza come vedi MyTable tra due anni? Insomma, qual è la tua visione?  MyTable rimarrà solo un sistema di prenotazioni o potrà assomigliare a un social?

M: Sono lusingato dalle tue domande, ma lascia che ti risponda solo per ciò che riguarda il nostro core business. Fra due anni vedo MyTable leader in Italia nelle prenotazioni di ristoranti; ma soprattutto vedo la prenotazione online del ristorante un’attività ovvia, ordinaria, scontata, fatta via desktop e mobile con grande naturalezza. Penso che daremo più importanza alle recensioni e alla condivisione di commenti e suggerimenti, cercando di favorire un’interazione maggiore tra ristoranti e utenti, ma non credo che ci saranno le condizioni per fare il Facebook dei ristoranti… a ognuno il suo mestiere; il nostro è quello di offrire scelta, qualità e comodità ai nostri utenti nel momento in cui decidono di andare a pranzo o a cena fuori.

Se invece vuoi il parere di un vero visionario, ti riporto l’opinione di Riccardo Reinerio, cofounder e webmaster di MyTable:

Credo che il mobile, soprattutto nella sua componente sociale, sia assolutamente il futuro del web. Ci sarà una selezione naturale dei social network. Questo perché nell’espressione “Social network” tutti si concentrano sulla parola “Social”, mentre la parola chiave è Network: ci sono troppi social senza network e credo che avranno vita breve. Per me la parola d’ordine del futuro è “integrazione”: vincerà chi saprà fornire dei tool utili da integrare nelle web app che permettano di accedere alle reti di contatti già costruite. Credo quindi che le web app che vogliono affacciarsi sul sociale debbano concentrarsi sull’inserimento e la personalizzazione dei tool migliori piuttosto che sulla realizzazione di network particolari e probabilmente molto sterili.

P: Come ha scritto proprio Riccardo Reinerio in una discussione sul gruppo ISS di Facebook (Italian Startup Scene), il vostro vero fiore all’occhiello è la tecnologia. Una tecnologia che mi immagino costruita con poche risorse economiche, ma tanta passione e profonda convinzione nei propri mezzi. Quali consigli daresti ai giovani che vogliono fare impresa in Italia?

M: Un consiglio su tutti: scegliete collaboratori molto più bravi di voi e soprattutto con le competenze che non avete! Io sono tutto fuorché uno sviluppatore web, ma mytable.it è nato in casa!

P: Dicono che la vita degli startuppari sia particolarmente dura, almeno fino all’ambìto “liquidity event”. Hai qualche simpatico aneddoto da raccontarci?

M: Posso confermare che la vita degli startuppari è dura, non solo per il denaro che non è mai abbastanza, ma soprattutto per quella sensazione d’incertezza che non ti lascia mai!

La voglia di farcela però è decisamente più grande della paura di non riuscire e guardiamo a domani con un moderato ottimismo. Non è detto poi che il “liquidity event” sia così lontano…

P: Ultima domanda: sei soddisfatto del lavoro che avete svolto finora? Quali sono i prossimi passi?

M: Ahimé, per natura non sono mai pienamente soddisfatto di me stesso, ma lo sono dei miei collaboratori che quasi ogni giorno riescono a superare le mie aspettative. I prossimi passi? Li scoprirete presto, stay tuned!

P: Ti ringrazio per la grandissima disponibilità e vi faccio un grande in bocca al lupo!

M: Grazie mille a te Pietro, e crepi il lupo ;)

Casi studio In Italia , ,

Post correlati

Lascia un commento

About

L’Osservatorio Foursquare Italia è un sito dove troverai informazioni, novità, approfondimenti, nuovi utilizzi – tutto sulla geolocalizzazione e in particolare su Foursquare.

Questo sito è interamente in italiano e si rivolge a tutti i curiosi e agli appassionati di Foursquare ma anche a chi fa marketing, alle pubbliche amministrazioni, alle aziende piccole o grandi che vogliono imparare e sperimentare qualcosa di nuovo, divertente ed efficace.

Per saperne di più su questo sito...

Disclaimer

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia
Licenza Creative Commons

Chiunque è libero di prendere spunto dai nostri post, ma è pregato di mettere ben in evidenza la fonte e l'autore del post originario. Grazie.

Foursquare Italia non è affiliato a Foursquare Labs, Inc.

Twitter Updates