Foursquare e i musei: un connubio in evoluzione

Scritto da il 9 maggio 2011 Stampa


Già da tempo Foursquare è approdato nei musei.

Sfruttando le sue potenzialità, l’ambito museale può rafforzare il marketing e incrementare il numero di visite. Ciò che si vuole creare è un sistema di fidelizzazione per il visitatore, stimolato da diverse promozioni sbloccabili attraverso la ripetizione della visita.

Un esempio è il Brooklyn Museum of Art di New York, il quale con Foursquare ha creato: badge per chi fa check-in al museo; promozioni per chi diventa Mayor (ovvero un abbonamento gratuito per un anno!); ingresso a eventi esclusivi del museo agli utenti più attivi.

La  strategia social del Brooklin Museum of Art prevede che anche gli impiegati usino Foursquare.

Essi, dopo aver effettuato  check-in con il loro dispositivo mobile e identificandosi come  parte dello staff, lasciano commenti o segnalano ristoranti, negozi, bar e alberghi nei paraggi del museo. Tutti questi tip sono raggruppati nella categoria  ‘staff-picks’, creata nella sezione “Community Foursquare” del sito del Brooklyn Museum of Art. I visitatori sono, così, più stimolati a recarsi in un luogo segnalato da persone che conoscono bene la zona, con un effetto di ritorno positivo sul museo per quel che riguarda la sua fama.

Il Brooklyn Museum of Art non è l’unico a utilizzare Foursquare, infatti molti altri hanno capito la potenza e l’utilità di questo geo-social network. Rimanendo sul territorio americano troviamo:

Spostandoci in Europa il primato è del Theo Thijssen Museum di Amsterdam e poi a seguire in ordine temporale troviamo: il British Museum, il Louvre, il Museo Nacional del Prado, il Museu d’Art Contemporani de Barcelona, Victoria &Albert Museum, il Pergamon Museum di Berlino e il Van Gogh Museum di Amsterdam.

In questo panorama, l’ Italia non è da meno. Molti musei hanno aderito a Foursquare, ad esempio: il Museo del Novecento a Milano, il MACRO ( Museo d’Arte Contemporanea di Roma), il MAXXI –Museo delle Arti del XXI secoli – a Roma, Galleria degli Uffizi, Museo Storico Navale e Museo di San Marco a Venezia e tanti altri, i quali hanno trovato un’unica collocazione nel profilo Foursquare del sito www.travelitalia.com.

Con Foursquare i musei si svestono dall’idea di vecchio e si avvicinano sempre più i giovani, un target che sembrava ormai perso.

Foto di tanakawho e David King

Casi studio

Post correlati

5 commenti

  1. Foursquare e il futuro: parola di Dennis Crowley, 12 maggio 2011 Rispondi

    […] attuali o prospect – come Vuitton o Marc Jacobs (tanto per citarne due), o ancora – come ci ha raccontato Tania – di come possa aiutare ad incrementare le visite per i musei. Insomma, ce n’è per […]

  2. Foursquare in Università: badge e programmi, 17 maggio 2011 Rispondi

    […] uno degli ultimi post pubblicati su questo Osservatorio si è parlato del connubio Foursquare e musei; oggi andiamo ad occuparci delle Università, alle quali i due fondatori Dennis e Naveen guardano […]

  3. Alexandra, 18 giugno 2011 Rispondi

    Ciao Tania,
    una domanda. Non mi pare che nessuno di questi musei italiani abbiano veramente “aderito” a foursquare in quanto l’unico che ha fatto un CLAIM della sua venue e la MART (non in lista qui: https://foursquare.com/venue/7666315), e non c’e’ nessun museo Italiano chein questo momento offre uno speciale su Foursquare. Tutti sono presenti solo come venues inseriti da utenti o in automatico. Il Mart aveva uno speciale, ma, forse causa location Rovereto, non ha partecipato nessuno, quindi l’hanno levato. In settimana pero, ci sara un annuncio del primo speciale foursquare museale in italia…
    Alexandra

  4. Tania Trisolini, 23 giugno 2011 Rispondi

    Ciao Alexandra,
    hai ragione, in effetti non ho parlato di venue reclamate dai musei, né di nessuno special attivato. Volevo segnalare che anche molti musei italiani sono presenti su Foursquare; di certo non abbiamo ancora raggiunto il livello dei musei americani, ma la strada è quella giusta – ma forse il termine “aderito” non è quello giusto, perché si presta a fraintendimenti.
    Grazie per la comunicazione dell’uscita del primo special Foursquare museale in Italia! Ti va di dirci qualcosa di più?

  5. Foursquare e i musei: un connubio in evoluzione | I love Foursquare | Scoop.it, 25 ottobre 2011 Rispondi

    […] Foursquare e i musei: un connubio in evoluzione Tra tutti spicca, per attività su Foursquare, il Brooklyn Museum of Art. Ma anche in Italia diversi musei hanno cominciato a usare Foursquare. Source: http://www.foursquareitalia.org […]


Lascia un commento

About

L’Osservatorio Foursquare Italia è un sito dove troverai informazioni, novità, approfondimenti, nuovi utilizzi – tutto sulla geolocalizzazione e in particolare su Foursquare.

Questo sito è interamente in italiano e si rivolge a tutti i curiosi e agli appassionati di Foursquare ma anche a chi fa marketing, alle pubbliche amministrazioni, alle aziende piccole o grandi che vogliono imparare e sperimentare qualcosa di nuovo, divertente ed efficace.

Per saperne di più su questo sito...

Disclaimer

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia
Licenza Creative Commons

Chiunque è libero di prendere spunto dai nostri post, ma è pregato di mettere ben in evidenza la fonte e l'autore del post originario. Grazie.

Foursquare Italia non è affiliato a Foursquare Labs, Inc.

Twitter Updates