Foursquare e Facebook tra Special e Deal: alcune considerazioni

Scritto da il 2 febbraio 2011 Stampa


Lunedì 31 gennaio è partito Facebook Deal, in grande stile: cinque nazioni europee (Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Spagna); 33 aziende italiane, tra cui 5 brand di alto livello che hanno iniziato la sperimentazione: AC Milan, Benetton, Poste Italiane, TIM, Vodafone; uno di questi, Benetton, con un’offerta valida negli stessi cinque paesi europei in cui è stato lanciato Facebook Deal.

Deal funziona in buona sostanza come gli Special su Foursquare: un check-in nella venue per sbloccare l’offerta, sia essa una promozione per la persona che ha fatto il check-in oppure una donazione a una no-profit. Il meccanismo di “riconoscimento” è identico: devi mostrare lo schermo del telefono al “commesso”. Le promozioni sono, per stare a quelle di cui si sta parlando, del tutto analoghe a quelle viste finora su Foursquare: 15% di sconto nell’acquisto di gadget del Milan, dal 2% al 40% di sconto per pagamenti con le Carte BancoPosta, 50% di sconto per l’attivazione della nuova TIM Card con la tariffa TIM6, promozione MP3 Music Park di Vodafone, donazione da parte di Benetton a favore di Architecture for Humanity.

Facebook ha “adottato” la stessa strategia di Foursquare: alleanze con grandi Brand. Le offerte vengono proposte dai Brand ma approvate e create da Facebook; in futuro, come prevede di fare Foursquare, i Deal saranno creati autonomamente dalle aziende.

I vantaggi di Facebook:

  1. i grandi numeri in fatto di utenti - in questo momento gli italiani maggiorenni registrati su Facebook sono 15.263.240
  2. l’esistenza di un Country Manager in Italia - in grado di incontrare di persona i potenziali brand partner.

I vantaggi di Foursquare:

  1. il focus sulle “esperienze” delle persone - nelle quali l’elemento “special” non è l’unico fattore in gioco
  2. il livello di ingaggio di gran lunga superiore, grazie alla componente ludica – le persone in tutto il mondo si “rubano ” le mayorship e sbloccano i badge.

Che il mare in cui nuotano Foursquare, Facebook, Gowalla & Co fosse turbolento, lo si sapeva; non è certo un Oceano Blu, e nei prossimi mesi la competizione per aggiudicarsi il favore delle aziende e quello degli utenti sarà sempre più drammatica.

Teniamo conto che anche gli altri competitor non resteranno a guardare. Per esempio, Google ha aggiunto il check-in a Latitude: arriverà a qualcosa di simile alle offerte, agganciato per esempio a Google Places e, perché no, alle inserzioni a pagamento? Quanto terreno ha perso Google fino ad oggi, in questo spazio? Riuscirà a recuperare? Sarà Google Latitude il vero pericolo per Foursquare? Non dimentichiamo che Google Latitude ha 10.000.000 di utenti attivi contro i 6.000.000 di Foursquare!

Alla domanda “Facebook Deal ucciderà Foursquare?” non so rispondere con certezze assolute. Ma credo di no: Facebook Deals sembra più “advertising interattivo” (come ha commentato @Luca2D), mentre Foursquare è ingaggio delle persone e gioco (per la cronaca, è stato anche scritto che Facebook Places è un Foursquare senza divertimento). Vincerà l’attenzione di Facebook verso le aziende che vogliono vendere, o l’attenzione di Foursquare verso le persone che chiedono riconoscimento per la fedeltà ai brand?

E comunque ciò che accadrà nel “confronto” tra i due competitor dipende soprattutto da come agirà Foursquare: da se e come si svilupperà uno “4sq-universe”, come è stato per Twitter, per l’utilizzo intelligente e divertente di Tip e Foto; da quando apriranno alle aziende la dashboard per la creazione di Special. Dipende da loro, non da Facebook.

Chissà: potremmo anche scoprire che la forza d’impatto che ha Facebook nel portare alla superficie pratiche di nicchia, possa funzionare da elastico e lanciare Foursquare verso un livello maggiore di diffusione e adozione.

Cosa ne pensi?

foto di U.S. Army

Scenari , , , , ,

Post correlati

6 commenti

  1. Tweets that mention Foursquare e Facebook tra Special e Deal: alcune considerazioni | Foursquare Italia -- Topsy.com, 2 febbraio 2011 Rispondi

    […] This post was mentioned on Twitter by Federico Simonetti and Lime5.it, Foursquare Italia. Foursquare Italia said: Foursquare e Facebook tra Special e Deal: alcune considerazioni: Lunedì 31 gennaio è partito Facebook Deal, in… http://twurl.nl/6mixfs […]

  2. Pietro Dettori, 2 febbraio 2011 Rispondi

    Credo che non sarà la fine di Foursquare. Per tutti i motivi indicati nei commenti al post di Kawakumi.

    Però penso che Deals farà soldi più facilmente di Foursquare :D e questo potrebbe essere un problema.

    Gli special su Foursquare sono pochi anche perchè farli è difficile. Puoi scegliere solo a chi dirigerlo, una meccanica (complicata!) e hai a disposizione uno spazio bianco da riempire. Il che è sempre un problema ;)
    Date un’occhiata invece al sistema che si propone di implementare Facebook: più intuitivo, ti consiglia cosa fare (individuale, di gruppo, ecc.), ti aiuta a formattare il tuo annuncio.

    La suddivisione di annunci secondo tipologia potrebbe essere anche un piccolo auto all’utente, che se è solo magari può saltare direttamente gli annunci di gruppo.

    Tra l’altro non c’è il concetto di Mayor e chiunque può aproffittare dei Deals. Manca una meccanica insomma. Alla “se vuoi puoi”. Lo stile delle offerte mi pare più vicino a quello di Groupon che a quello di Foursquare.

    Insomma secondo me chi vuole continuare a fare il sindaco e collezionare badge continuerà a giocare con Foursquare, chi è interessato a qualche sconto interessante non si limiterà solo a Groupon, ma inizierà a dare un’occhiata anche a FB Deals. ;)

  3. Facebook Login » Foursquare e Facebook tra Special e Deal: alcune considerazioni …, 2 febbraio 2011 Rispondi

    […] cinque nazioni europee (Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Spagna); 33 aziende italiane, tra. Leggi l`intero post » Post a Comment […]

  4. Foursquare Deal – Foursquare un bel match | Senza categoria, 2 febbraio 2011 Rispondi

    […] Secondo me è presto per dire chi vincerà la sfida…anche se personalmente ho sempre tifato per Fousquare, più simpatico, immediato e semplice da usare. Certo che come dice Francesca, per stare al passo con i colossi di cui sopra, questo social network dovrà investire ancora molto nello sviluppo di nuove applicazioni sempre più virali. In fondo il vero gap sta proprio nella diffusione e sarà su questo aspetto che dovrà focalizzare i propri sforzi, il prima possibile! Amplify’d from http://www.foursquareitalia.org […]

  5. Roberto Cobianchi, 3 febbraio 2011 Rispondi

    Concordo sulla conclusione: è possibile che si generi una separazione tra gioco e offerte. Non che l’uno debba escludere per forza l’altro, ma oggi la prospettiva sembra essere quella.
    A meno che foursquare non spinga sull’acceleratore delle funzionalità di backoffice per le aziende: autonomia nella creazione, flessibilità nella “meccanica” delle offerte, usabilità della piattaforma.

  6. Quora, 15 febbraio 2011 Rispondi

    Has foursquare seen an increase in brand usage since launching “Foursquare for Business”?…

    I am italian and I play with 4square in Italy. I don’t have statistic data, but in my opinion there is not yet in Italy a Critical Mass of B2C companies that use Foursquare for business. It’s a pity because Italy is full of small business companies w…


Lascia un commento

About

L’Osservatorio Foursquare Italia è un sito dove troverai informazioni, novità, approfondimenti, nuovi utilizzi – tutto sulla geolocalizzazione e in particolare su Foursquare.

Questo sito è interamente in italiano e si rivolge a tutti i curiosi e agli appassionati di Foursquare ma anche a chi fa marketing, alle pubbliche amministrazioni, alle aziende piccole o grandi che vogliono imparare e sperimentare qualcosa di nuovo, divertente ed efficace.

Per saperne di più su questo sito...

Disclaimer

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia
Licenza Creative Commons

Chiunque è libero di prendere spunto dai nostri post, ma è pregato di mettere ben in evidenza la fonte e l'autore del post originario. Grazie.

Foursquare Italia non è affiliato a Foursquare Labs, Inc.

Twitter Updates