Iniziative italiane su Foursquare: intervista a Michela Simoncini di Visit Tuscany

Scritto da il 25 novembre 2010 Stampa


Visit Tuscany è un’iniziativa della Regione Toscana per promuovere il territorio sfruttando le opportunità offerte da Foursquare. Sulla pagine di Foursquare curata direttamente dall’ente del turismo toscano, è possibile consultare numerosi tips sui luoghi di interesse turistico, gastronomico e relativi ad eventi culturali.

Visit Tuscany rappresenta la prima iniziativa italiana per promuovere il turismo locale attraverso i geo-social network. Abbiamo raggiunto Michela Simoncini per farle alcune domande.

1. Che tipo di iniziativa su Foursquare avete attivato?
Branded page ufficiale della Regione Toscana http://foursquare.com/visittuscany

2. Da quanto tempo siete presenti su Foursquare?
Siamo presenti dai primi di Ottobre.

3. Come è nata l’idea di utilizzare Foursquare per iniziative di marketing?
Promuovere il territorio è uno dei nostri principali obiettivi. Per farlo, all’interno della campagna “Voglio Vivere Così” (creata appunto per promuovere le eccellenze della Regione Toscana nel mondo) utilizziamo il web e i social media e siamo sempre alla ricerca di strumenti innovativi per entrare in contatto con i viaggiatori ed instaurare con loro una relazione. Foursquare è una novità, riteniamo che abbia molte potenzialità ed ha i riflettori puntati contro, perciò abbiamo deciso di testare anche questo tool, che è perfetto per condividere tips di un territorio come la Toscana.

4. Come giudicate la risposta dei “clienti” all’iniziativa?
I nostri non sono clienti, sono viaggiatori, fan ed abitanti della regione stessa. Per il momento non abbiamo ancora fatto l’”annuncio ufficiale”, ma stiamo testando come su altri social media quali Twitter o Facebook i nostri followers recepiscono il fatto che “la Toscana è su Foursquare”.

5. In genere, le persone come vengono a conoscenza dell’iniziativa?
Tramite Foursquare, Twitter e Facebook.

6. Pensate che in futuro questa iniziativa possa raggiungere un largo numero di consensi?
Ci aspettiamo che sempre più “amici” si iscrivano al canale, che ci vengano suggeriti degli “user generated” tips e che, più avanti, si parli della Toscana come pioniera su Foursquare.

7. E’ la prima iniziativa promozionale che realizzate online?
No, Visit Tuscany su Foursquare è solo l’ultimo step (in termini temporali) di una campagna di più ampio respiro volta, come dicevo sopra, a promuovere la Toscana con la sua arte, i suoi paesaggi e la sua ricchezza enogastronomica nel mondo, proprio tramite il web e i media sociali. Abbiamo 3 blog tematici (turismo, arte, food&wine), un canale Twitter ufficiale (twitter.com/ VisitTuscany, collegato con 4sq), altri canali Twitter tematici, alcune Facebook pages tematiche (moda, musica, luoghi, cibo, arte) e una pagina ufficiale facebook.com/VisitTuscany, lo stesso vale per Youtube (pagina ufficiale + presidi tematici). Insomma, ricerchiamo la conversazione e il contatto con gli amanti della Toscana ovunque essi siano (forum, community, Q&A etc.).

8. Data questa esperienza, progettate campagne simili in futuro? Magari su Facebook Places?
Certo, perché no, lo stiamo già studiando. Siamo aperti a tutte le novità e teniamo d’occhio anche Gowalla, per il quale però sembra che ci sia meno interesse da parte degli utenti.

9. Potete spiegarci come è stato integrato Foursquare con le altre attività sui social media?
Innanzi tutto, per ottenere una branded page su Foursquare è obbligatorio possedere un account Twitter: le url saranno, infatti, uguali. Gli altri nostri circuiti sono linkati all’interno del profilo di Foursquare e viceversa. Stiamo valutando qual è la percezione di Foursquare per gli utenti di Facebook e Twitter e stiamo spingendo affinché i nostri fan/followers ci scrivano i tips che secondo loro sono importanti e che dovremmo pubblicare su Foursquare. Insomma, siamo nel pieno delle nostre attività di testing.

Brand Page Casi studio In Italia , ,

Post correlati

17 commenti

  1. michela simoncini, 25 novembre 2010 Rispondi

    grazie ragazzi per aver pubblicato l’intervista e… vi aspettiamo in Toscana! :)

  2. Tweets that mention Iniziative italiane su Foursquare: intervista a Michela Simoncini di Visit Tuscany | Foursquare Italia -- Topsy.com, 25 novembre 2010 Rispondi

    […] This post was mentioned on Twitter by Alberto Chiapponi and Michela Simoncini, Beatrice Bottoni. Beatrice Bottoni said: RT @FoursquareIT Iniziative italiane su Foursquare: intervista a Michela Simoncini di Visit Tuscany http://bit.ly/gr4sc1 […]

  3. Location based services for dummies | Michela Simoncini - ComùnicaTI, 4 dicembre 2010 Rispondi

    […] Come sempre avevo l’ansia da speech, ma alla fine sono ancora viva. Ho avuto modo di rivedere vecchi amici e di conoscere nuove persone, primo tra tutti Tommaso, che ringrazio nuovamente (insieme al suo staff) per aver pubblicato l’intervista relativa alla pagina ufficiale della Regione Toscana su Foursquare […]

  4. Foursquare + Marketing Territoriale = Visit Tuscany | Luca Tempestini, 7 dicembre 2010 Rispondi

    […] Leggi l’intervista a Michela su Osservatorio Foursquare Italia Tweet Questa voce è stata pubblicata in Web 2.0 e contrassegnata con marketing, toscana, toscana marketing territoriale, tuscany, tuscany foursquare, visit tuscany. Contrassegna il permalink. ← Ci vediamo a ToscanaLab il 3 dicembre … […]

  5. MarketingArena »  GEO local Vs SEO local: la parola agli esperti, 9 dicembre 2010 Rispondi

    […] La Toscana ha deciso di creare una branded page su Foursquare perché, in questo modo, può fornire ai viaggiatori dei tips geolocalizzati, ovvero dei consigli riferiti a location ben specifiche sulle quali gli utenti possono fare check-in. Come ho spiegato recentemente in un’intervista ospitata dall’Osservatorio Italiano su Foursquare: […]

  6. Visita la Toscana attraverso Foursquare - Master Social Media Marketing Web Communication - IULM, 9 dicembre 2010 Rispondi

    […] Come ho avuto modo di dire recentemente in un’intervista ospitata dall’Osservatorio Italiano su Foursquare: […]

  7. fabio, 21 dicembre 2010 Rispondi

    Michela, mi farebbe piacere capire però se il lavoro di essere su Foursquare valga la pena o meno. Cioè: che riscontro avete? Avete misurato dei dati per farvi un’idea della validità o meno del mezzo/strategia? Penso, ad esempio, che Foursquare sia meglio per gli utenti7viaggiatori inglese che per quelli italiani. In ogni caso, apprezzo molto come vi muovet ein rete, non a caso vi ho anche segnalato in un mio barcamp, qui ;) http://tinyurl.com/33th4qn

  8. Fraintesa, 5 gennaio 2011 Rispondi

    non so se sia il posto giusto dove chiedere, ma ci provo: a quale indirizzo email bisogna scrivere per la creazione di una branded page foursquare?non ho (ancora) trovato risposte sul web! grazie a chi mi risponderà :)

  9. Roberto Cobianchi, 10 gennaio 2011 Rispondi

    Ciao Fraintesa.
    I ragazzi di Foursquare mi hanno comunicato questa mail alla quale indirizzare le richieste partners at foursquare dot com.
    Roberto

  10. michela simoncini, 10 gennaio 2011 Rispondi

    Ciao Fabio,
    ti rispondo come ho fatto con Ivo, il quale mi aveva chiesto alcune info per scrivere il suo post sul caso della Toscana su 4sq, praticamente facendomi le stesse tue domande :)

    Come avrai avuto modo di vedere anche tu, dati di utilizzo di Foursquare in Italia praticamente non ce ne sono, quindi non ci siamo basati su di essi nè abbiamo fatto dei focus group.

    Siamo partiti dai nostri obiettivi iniziali, che erano:

    – Promuovere il sistema regione Toscana nel suo complesso;
    – Aumentare la conoscenza dei luoghi e degli eventi della Toscana;
    – Stimolare un atteggiamento positivo nei confronti del brand Toscana;
    – Influenzare la propensione del pubblico a visitare la Toscana;
    – Creare un punto di contatto e di sostegno sui Social Media per tutto il sistema di cui è composta la campagna VVC (eventi, visibilità, motori ricerca);
    – Identificare e ingaggiare gli amanti della toscana nel mondo e farli diventare promotori all’interno del proprio network;
    – Creare un match tra le offerte di eccellenza e le nicchie di pubblico in grado di apprezzarle andando a parlare nei luoghi dove queste persone sono già;
    – Identificare ed ingaggiare gli opinion leader nell’ambito del turismo sostenibile e di qualità;
    Attivare un presidio internazionale stabile e permanente della regione Toscana all’interno dei Social Network;
    – Raccogliere stimoli dagli operatori sul territorio e trasformarli in opportunità di comunicazione nei luoghi sociali;
    – Attivare operazioni di rilievo tale da generare eco su altri media;
    – Stimolare le conversazioni degli utenti sulla Toscana offrendo spunti di interesse;
    – Monitorare le conversazioni sulla Toscana al fine di ricavarne spunti per nuove proposizioni editoriali ed attivare un sistema light di CRM;
    Offrire servizi e informazioni utili in tutte le fasi del viaggio prima, durante, post;
    – Strutturare un sistema di promozione che possa essere mantenuto anche dopo la fine del periodo di campagna

    E dal nostro target, che è:

    – Condivide con il proprio network la volontà di voler intraprendere un viaggio con largo anticipo rispetto al viaggio stesso e anteriormente rispetto alla fase di pianificazione/prenotazione. Possiamo affermare che spesso si “pre-allerta” il proprio network per ricevere informazioni utili da chi ha già visitato un certo luogo o ha già vissuto esperienze analoghe. EX: dopplr, asmallworld, tripshake;
    – Non ha confini, anche nel reperimento di informazioni. Non importa da dove arrivino le informazioni, un consiglio che arriva da un membro del proprio network personale è equivalente a quello che arriva dalla parte opposta del mondo;
    – Organizza in autonomia i propri viaggi, non avvalendosi di intermediari offline. E’ in grado inoltre di reperire informazioni specifiche nei luoghi deputati come Social network verticali sul turismo o community tematiche relative alla propria sfera di interesse (arte, cultura, eventi, eno-gastronomia);
    Rispetto ai turisti tradizionali, è più giovane, guadagna di più e viaggia più frequentemente. Oltre a ciò ha una propensione maggiore all’adozione delle nuove tecnologie;
    – Non va necessariamente “all’avventura”. Il fine di organizzare autonomamente un viaggio non è quello esclusivo del risparmio, ma soprattutto quello di costruirsi un offerta “tailor made”. Non disdegna dunque ad esempio l’affidarsi a catene di hotel internazionali o a brand noti nel comparto turistico;
    – Non considera importante il mezzo o la comodità del trasporto quanto piuttosto l’aderenza alla propria tabella di viaggio;
    – È fortemente condizionato dalle opinioni altrui in particolare per quanto riguarda hotel, ristoranti, luoghi da vedere, mentre per quanto riguarda le destinazioni, gli argomenti del proprio network vengono ritenuti principalmente fonti di ispirazione.

    Di conseguenza, poichè in America i dati di utilizzo dei LBS erano e sono confortanti, abbiamo iniziato ad avvicinarci, prima a Gowalla, poi a 4sq (dal momento che effettivamente, Gowalla e Foursquare alla mano, i check in su G sono molti meno che quelli su F). Inoltre F ha ideato le branded page che sono ottime per le DMO, e sono gratuite, il che non fa mai male!
    Abbiamo, dunque, avviato questo percorso, che riteniamo sia interessante:
    -per il plus che forniamo ai viaggiatori (visto che di tips, in Italia, ce ne sono pochi)
    -per il ritorno di immagine che ne deriva, essendo secondi in Europa e primi in Italia :D

    Ovviamente teniamo monitorati i numeri che “produciamo” in termini di tips, followers, to-dos etc. e stiamo sempre attenti alle evoluzioni del mezzo.

    Ecco come ci siamo mossi, se hai bisogno di altro chiedi pure! Adesso mi guardo il link ;)

    A Fraintesa ho già risposto in pvt: avendo una mail personale, non posso condividerla in alcun modo, mi spiace :(

  11. Tutorial: come fare per… proporre o richiedere un badge al team di Foursquare | Foursquare Italia, 2 marzo 2011 Rispondi

    […] Questo è il secondo articolo di una serie di 3 rivolti principalmente a chi voglia conoscere le procedure per reclamare la propria venue su Foursquare, proporre o richiedere un badge al team di New York e richiedere una pagina brand che gli utenti possano seguire come “follower” (in Italia, il primo esempio in questo senso è la pagina di Visit Tuscany). […]

  12. Ferrara, la prima provincia italiana con una Brand Page su Foursquare | Foursquare Italia, 9 marzo 2011 Rispondi

    […] la prima Regione italiana sbarcata su Foursquare (la Toscana con la sua brand page Visit Tuscany), è la volta della prima provincia italiana, Ferrara. Che tipo di iniziativa avete lanciato su […]

  13. Visita la Toscana attraverso Foursquare | TRAVEL'S TALES, 28 giugno 2011 Rispondi

    […] è quello che ha avuto modo di esprimere nel post ospitato dall’Osservatorio Italiano su Foursquare, che vi consiglio di leggere perché molto completo e […]

  14. Foursquare per un giornale locale: The Florentine, 4 ottobre 2011 Rispondi

    […] Visit Tuscany, la campagna di comunicazione social della Regione Toscana sul turismo (vedi l’intervista con Michela Simoncini su Foursquare Italia). Per questo motivo già sapevo quanto una Brand Page potesse essere utile per la promozione di un […]

  15. Intervista a Carmine Gallo, autore di "The power of Foursquare", 8 novembre 2011 Rispondi

    […] example, Tuscany is the first Italian region to “check in” on Foursquare. Visit Tuscany is the first Italian tourism board to have a branded presence on Foursquare. That means the […]

  16. Geolocalizzazione e accessibilità: alcuni spunti di riflessione, 21 marzo 2012 Rispondi

    […] blog si è già accennato per esempio alle PA più attente, come la Provincia di Ferrara e la Regione Toscana, che qualche tempo fa hanno inaugurato le loro Brand Page su Foursquare, offrendo così a turisti e […]


Lascia un commento

About

L’Osservatorio Foursquare Italia è un sito dove troverai informazioni, novità, approfondimenti, nuovi utilizzi – tutto sulla geolocalizzazione e in particolare su Foursquare.

Questo sito è interamente in italiano e si rivolge a tutti i curiosi e agli appassionati di Foursquare ma anche a chi fa marketing, alle pubbliche amministrazioni, alle aziende piccole o grandi che vogliono imparare e sperimentare qualcosa di nuovo, divertente ed efficace.

Per saperne di più su questo sito...

Disclaimer

Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia
Licenza Creative Commons

Chiunque è libero di prendere spunto dai nostri post, ma è pregato di mettere ben in evidenza la fonte e l'autore del post originario. Grazie.

Foursquare Italia non è affiliato a Foursquare Labs, Inc.

Twitter Updates